Effettua il login per scoprire le offerte e i concorsi
o per pubblicizzare la tua attività turistica
Entra nella communitour di
Italia Tour 360!
Più partecipi più guadagni i punti necessari
per vicnere i premi in palio!

Più dinamico di una foto
Più interattivo di un video...
il Tour Virtuale

I tour virtuali di Italia Tour 360 sono simulazioni di realtà in alta definizione.
Un modo innovativo e coinvolgente per far vivere ai futuri clienti l'esperienza di scoprire ogni particolare della tua location.
Acquista un tour virtuale da inserire nella scheda della tua struttura.
Aumentaranno anche i visitatori reali!
Clicca e scopri la Magia dei Virtual Tour
acquista
Promuovi la tua struttura
Scegli uno dei pacchetti
pubblciitari Italia Tour 360

> Strutture Ricettive
strutture-ricettive
> Enti Pubblici/Associazioni
> Social Network
> Servizi Extra
> Tour Virtuali
> Eventi
dettagli acquista
magazine
Questo Articolo è stato letto 599 volte | Torna al Magazine Save the date
28 mar
Condividi

magazine

 

E' bello scoprire posti della nostra terra che durante le festività pasquali si svestono dalla mondanità e dalla fama comunemente attribuite, per entrare nel sentimento di pace e resurrezione. Un esempio diretto ci viene dalla Puglia.

 

Gallipoli, città rinomata per l'acqua cristallina, le coste frastagliate e la movida estiva, stupisce anche per i riti unici e suggestivi che accompagnano la settimana santa. Il Giovedì Santo, nel silenzio delle prime ore del mattino, un suono di tromba lento e armonico annuncia l'arrivo degli incappucciati nel borgo salentino. La Processione dei Misteri del Venerdì Santo rappresenta la Passione di Cristo attraverso cinque statue. A mezzanotte, quando i fedeli rientrano in chiesa, il sacerdote benedice il legno della croce. Il Sabato Santo si svolge l'ultima manifestazione, giorno in cui Gallipoli si risveglia con la processione della Desolata che comincia già dalle prime luci dell’alba.     

 

Taranto non è solo, mare, cozze e ponte girevole, ma anche folclore. La Settimana Santa tarantina è animata da riti cattolici antichi, che da tre secoli si tramandano inalterati. I riti cominciano la Domenica delle Palme con un'asta durante la quale i confratelli delle due congreghe si aggiudicano l'onore di portare in processione le pesanti statue. Il momento culminante si raggiunge con le tradizionali Processioni dell'Addolorata che sfila il Giovedì Santo e dei Misteri il Venerdì Santo che sono una delle tracce della dominazione spagnola nell'Italia del sud. I confratelli sfilano lentamente - fino all'alba - col capo coperto da un cappuccio, i piedi scalzi, trascinando le statue della Vergine Addolorata e del Cristo Morto. Il passaggio del corteo religioso fra due ali di folla è accompagnato da una musica intensa e solenne.

 

Anche Andria in provincia di Bari, rinnova come ogni anno il tradizionale appuntamento popolare con la celebrazione della Processione dei Misteri del Venerdì Santo. Viene portata la reliquia della "Sacra Spina" una delle più lunghe che la tradizione vuole sia stata conficcata sul capo del Cristo. Il corteo si snoda per le vie cittadine mentre pesanti statue lignee del '700 raffigurano vari momenti della passione di Cristo.